Lavorazione e frantumazione del calcare - Cave Ventura lavora e frantuma il calcare tramite frantoi

Lavorazione

L’impianto di frantumazione principale è dotato in un frantoio primario a mascelle e di un secondario sempre a mascelle.

Il materiale trattato dai due frantoi, tramite un nastro inclinato su passerella viene portato all’impianto di vagliatura dove viene classificato nelle varie pezzature richieste dal mercato. L’impianto è completamente depolverato con filtro a maniche; ed è protetto ove necessario con pannelli antirumore. Le reti dei vagli sono rivestite di gomma per eliminare il rumore e la sua propagazione verso l’esterno.

E’ stato recentemente realizzato un impianto per la produzione di micronizzati, dove parte del materiale vagliato, viene macinato e ridotto in polveri finissime, insilate ed emesse nel mercato. Anche questo impianto è completamente depolverato utilizzando il filtro dell’impianto di frantumazione principale.

In un laboratorio attrezzato viene determinato il grado di finezza delle polveri.

In cava è stato montato un secondo impianto di frantumazione che tratta il pietrame di risulta dalla lavorazione dei blocchi di pietre ornamentali delle cave di marmo. E’ costituito da un frantoio rotativo a listelli e da un vaglio che suddivide il frantumato nelle varie classi per il mercato. L’impianto è completamente depolverato con filtro a maniche, ed è protetto ove necessario con pannelli antirumore. Le reti dei vagli sono rivestite di gomma per eliminare il rumore e la sua propagazione verso l’esterno.

Una serie di nastri provvede al trasporto interno del materiale dal frantoio al vaglio e da questi ai vari punti di stoccaggio. L’impianto è completamente depolverato con un filtro a manche.

I prodotti di prima scelta ed i micronizzati, vengono utilizzati per la produzione di zuccheri per detersivi, idropitture, colle, vetrerie, ceramiche, dentifrici, fonderie, rivestimenti plastici e come integratore per mangimi.

I prodotti di seconda scelta invece, per lavori stradali, ripiene, cementerei ed intonaci plastici.

Immagini